Veg facile

Vegani perché? Una scelta per tutti, facile e immediata, per non uccidere animali.

Motivi per diventare vegan

Vegan: cosa significa?

Una persona vegan vive come tutte le altre, mangia e veste come tutte le altre, ma con delle semplicissime scelte quotidiane riesce a evitare a migliaia di animali una vita di sofferenza e una morte atroce.

Tutti noi ogni giorno compiamo moltissime piccole scelte. Ci basiamo su vari parametri: di cosa abbiamo voglia, in questo momento, di un piatto di pasta o di un panino? Meglio comprare un giaccone sportivo da usare tutti i giorni o uno più elegante? Quanto siamo disposti a spendere per un dato acquisto? E così via . Essere vegan significa semplicemente introdurre nelle nostre scelte un parametro in più: il fatto che per produrre una certa cosa vengano uccisi o meno degli animali. Basta dunque escludere dai nostri acquisti tutti i prodotti che derivano dagli animali.

Nessuna rinuncia, si tratta solo di cambiare abitudini. E che cos'è mai un cambio di abitudini rispetto all'enorme sofferenza degli animali e alla loro uccisione?

Primo piano di un vitellino marrone

Vegan perché? Per non uccidere animali indifesi, questo è l'unico motivo. Con semplici scelte quotidiane possiamo risparmiare innumerevoli vite.

Poniamo fine alla violenza su tutti gli animali

Non serve amare gli animali per decidere di non far loro del male: è una questione di senso di giustizia, di rispetto. Ma chi ritiene di "amare gli animali", a maggior ragione dovrebbe riflettere sul fatto che gli "animali" non sono solo cani e gatti, ma anche tutti gli altri: conigli, maiali, polli, galline e pulcini, cavalli, mucche, vitelli e manzi. Tutti sono esseri senzienti che provano dolore e sofferenza, ma anche affetto, amore, gioia di vivere. Come i cani e i gatti e come noi umani.

Gli animali sono sottoposti a enormi sofferenze negli allevamenti di ogni genere (che siano intensivi, o biologici o i rarissimi piccoli allevamenti) e poi uccisi, per la vendita di vari prodotti: carne e pesce, latte, formaggio e latticini, uova, miele, lana, piume, pelle, seta, pellicce. I maltrattamenti a cui sono sottoposti e il modo in cui vengono uccisi varia da una specie all'altra, ma tutti, assolutamente tutti gli animali che sono allevati per produrre qualcosa alla fine sono uccisi, anche quando non si tratta di carne. A fine utilizzo, anche gli animali usati nell'industria del latte e delle uova sono macellati.

Se vuoi approfondire l'argomento, tra le risorse in calce alla pagina troverai in omaggio l'ebook "Perché vegan".

maiale in gabbia

Tutti gli animali degli allevamenti sono imprigionati e uccisi: lo stesso trattamento, se applicato a cani e gatti, sarebbe illegale e considerato orribile da tutti. Ma gli animali sono tutti uguali.

Cosa significa mangiare vegan?

Mangiare vegan non significa mangiare cose strane, o super-salutiste, o, al contrario, tutti cibi preconfezionati. Semplicemente, basta imparare a preparare i nostri piatti abituali variando alcuni ingredienti e poi strada facendo ne possiamo aggiungere molti altri di nuovi!

Ti piaceva la pasta al pomodoro e tonno? Mangiala con pomodoro e olive. Ti piacevano le lasagne al forno? Le puoi fare tali e quali, ma con besciamella vegetale e ragù fatto con verdure oppure seitan, lenticchie, soia, ecc.

Ti piaceva la crostata alla crema? Puoi prepararla ancora, usando latte di soia al posto del latte e olio al posto del burro. E così per ogni piatto: è semplice, non serve alcuna rivoluzione, solo piccoli cambiamenti. Piccoli per noi, grandi per gli animali, perché salvano loro la vita.

Oltretutto, risparmierai sui conti della spesa: gli ingredienti vegetali costano meno di quelli animali e così a fine mese avrai un bel risparmio!

Pizza vegan

Nella pratica, cosa significa vivere una vita vegan? È facile, si preparano gli stessi piatti cui eravamo abituati prima, ma con ingredienti diversi.

I vantaggi collaterali: salute e ambiente

C'è chi sceglie un'alimentazione 100% vegetale per la propria salute o per motivi ecologisti, o sceglie di limitare i prodotti animali per diminuire i danni a se stesso e al pianeta (col tempo può compiere la scelta completa e diventare vegan).

Chi invece fa la scelta vegan per gli animali, si ritrova ad avere "gratis" questi vantaggi come effetto collaterale: una miglior salute, perché vengono eliminati dalla dieta i cibi più dannosi, e un impatto ambientale molto minore, praticamente la scelta più potente che possiamo fare come singoli individui per pesare di meno sul pianeta!

Paesaggio con tonalità verdi e albero al centro

Decidendo di eliminare tutti gli ingredienti animali dalla propria alimentazione si ottengono anche vantaggi enormi per la nostra salute e per l'ambiente.

Vegetariano non basta. Perché?

Anche per la produzione di latte (e formaggi e ogni tipo di latticini) e uova gli animali sono uccisi. Sicuramente non ha senso considerare sbagliata l'uccisione per la carne e giusta quella per il latte e le uova... oltretutto, negli allevamenti per la produzione di latte e uova gli animali soffrono ancora di più che in quelli per la produzione di carne.

La mucca produce latte, come ogni mammifero, donne incluse, solo dopo il parto. Il vitellino viene subito portato via e il dolore della separazione è lancinante per mamma e figlio. Il cucciolo viene macellato a 6 mesi. La madre viene munta ogni giorno e viene fatta partorire una volta l'anno. Dopo 3-4 parti è talmente sfruttata che non serve più, e viene macellata, a circa 5 anni d'età, mentre in natura vivrebbe 20 anni.

Riguardo alle uova, dalle incubatrici dell'industria della uova nascono ogni giorno metà pulcini maschi e metà femmine: i maschi vengono uccisi subito, perché inutili alla produzione di uova, le femmine vengono portate nei capannoni dove sono costrette a produrre uova a un ritmo che in natura mai potrebbero sostenere. Dopo due anni, sfinite, malate e non più abbastanza produttive, vengono macellate (in natura vivrebbero 6 anni).

Tutto questo avviene in ogni genere di allevamento, non solo in quelli intensivi, ed è inevitabile: non si potrebbe mai e poi mai mantenere in vita tutte le mucche e le galline ovaiole e i vitelli e i pulcini maschi "scarto di produzione" di queste industrie, non basterebbe lo spazio sulla Terra.

Gallina con pulcini

Per i vegetariani: fai il passo vegan, è necessario! Se hai fatto la scelta vegetariana per non uccidere animali, per lo stesso identico motivo occorre fare quella vegan.

Non aspettare!

Diventa vegan in pochi passi!

Risorse per approfondimento

Risorse fondamentali

  • Video - Vegan: cosa significa realmente 
    Un brevissimo video che spiega in modo toccante, conciso e completo le motivazioni della scelta vegan (11 minuti)

  • E-book gratuito - Perché vegan
    Preziosa introduzione per chi parte da zero e vuole comprendere i perché della scelta vegan, ma utile anche per chi è già vegan e intende approfondire le sue conoscenze.
    Scaricalo nel formato che preferisci:

    PDF E-pub Kindle

  • Lettera aperta ai vegetariani 
    Lettura per chi è vegetariano per motivi etici, cioè per non uccidere animali, ma non ancora vegano.

Cucina

  • Opuscolo "Introduzione alla cucina vegan"  
    Con consigli generali per il passaggio a una cucina 100% vegetale e ben 50 ricette complete.

  • Preparazioni facili 
    Suggerimenti per piatti semplicissimi per ogni momento della giornata.

  • E-book gratuito: Nella cucina di VeganHome
    Oltre 1000 ricette vegan dagli utenti del sito VeganHome.it con diversi livelli di complessità. Le ricette incluse aumentano nel tempo, perché il libro viene aggiornato in continuazione! Scaricalo nel formato che preferisci:

    PDF E-pub Kindle

Salute ed ecologia

Video

  • Facciamo il collegamento 
    Tutti i motivi per essere vegan raccontati da tante persone che hanno fatto questa scelta: per gli animali, la salute, la cucina, l'ambiente, la società, la forma fisica. (32 minuti)

  • La vita emotiva degli animali da fattoria  
    Per conoscere gli animali da fattoria, l'affetto che sanno dare e ricevere, la loro dignità, la loro bellezza. (53 minuti)